Atletica leggera: assoluti e societari di Jesolo

11 e 12 settembre 2020

Nell’era Covid la FISPES ha apportato modifiche al vademecum 2020 al fine di consentire di disputare a Jesolo una particolare combinazione di assoluti e societari.

Bando ad ogni tipo di considerazione, l’Omero Bergamo ha deciso di offrire ad ogni atleta la possibilità di partecipare agli italiani, prima manifestazione di livello dopo il lockdown.

Alla proposta hanno aderito 12 atleti, 13 se consideriamo che ai fini dei societari i punteggi del gigante cubano Tapia Oney, in gara con le Fiamme Azzurre, verranno attribuiti ad Omero.

In campo maschile sono tre gli atleti che raggiungono un bottino superiore ai 1.000 punti ciascuno valido ai fini della classifica assoluta: Daniel Runco, Oney Tapia e Makhoudia Mbengue.

Nei 100m classe T12 Makhoudia è terzo alle spalle di Pirosu (12:39) e Cardia (13:16) con un tempo di 13:95. Niente male anche per il veterano Matteo Tassetti che chiude in quarta posizione con il tempo di 14:13. Nella stessa specialità Daniel, in gara per la categoria T13, chiude in prima piazza con 14:00.

Nei 200 metri T12 Makhou bissa la medaglia di bronzo con un tempo di 29:26. Alle sue spalle Matteo Comi con 30:05. Daniel nella sua categoria T13 è primo con 29:30.

Nei 400 metri è oro T13 per Daniel con 1:06:25 e per Matteo Comi T12 con 1:07:92.

Negli 800 metri sul gradino più alto del podio Filippo Pezzotta categoria T13 con 2:58:05 e Norbert Casali T12 con 2:44:84.

Filippo bissa l’oro nei 1.500 metri T13 con il tempo di 6:00:82. Terza piazza per Norbert nella categoria T12 con 6:28:34.

Riccardo Oliva conquista due ori nei 5.000 e nei 10.000 metri T12 con i tempi di 20:24:17 e 42:50:51.

Per la sezione lanci, categorie unificate, nel disco Oney è il più forte con la misura di 41,24. Quinto e sesto piazzamento per Christian Belotti e Dario Merelli con 20,17 e 16,14.

A causa di un leggero risentimento muscolare, Oney non gareggia nel peso che regala l’argento a Christian (8,17) e il bronzo a Dario (6,41).

Identiche medaglie nel giavellotto per Christian con 25,41 e Dario con 17,81. Tutte le tre prestazioni di Christian risultano in miglioramento rispetto a quanto realizzato l’anno precedente a Chiuro.

Nel salto in lungo, oro in categoria T12 a Makhoudia con 4,88 e argento a Tassetti con 4,45.

La sezione femminile vede partecipare un trio d’eccezione ed ognuna delle atlete porta il suo contributo ben superiore ai 1.000 punti ciascuna ai fini della classifica assoluta.

Valentina Petrillo all’esordio torna a casa con tre ori nella categoria T12. Questi i tempi realizzati: 13:24 nei 100 metri, 27:47 nei 200 metri, 1:04:59 nei 400 metri.

La giovanissima Benedetta conquista l’oro nei 200 metri T13 con il tempo di 36:87. Si cimenta inoltre brillantemente nel peso per la prima volta, realizzando la misura di 5,15.

Cristina Caironi categoria T35 è terza nei 100 metri con il tempo di 21:35 alle spalle dell’imprendibile Oxana Corso (16:21) e della Marini. Medaglia d’argento nei 400 con 1:46:25 e medaglia d’oro negli 800 con 3:56:02, migliorando in tutte le specialità i suoi tempi.

Prezioso il sostegno delle guide, il sempre affidabile Pier Maria Ferrari e l’esuberante Tommaso Piazza.

Grande plauso per l’ottimo tecnico Grazia Sala che conduce a buon fine una manifestazione che, già prima del suo svolgimento, ha richiesto costanti energie per diverse settimane.

…e ora di corsa verso l’appuntamento con i societari di Roma!

Manuela
image_pdf[ versione PDF ]