Il nuovo assetto della squadra di calcetto

In seguito ad alcune situazioni di disagio e di incomprensioni, a fine novembre è stato sostituito l’allenatore della squadra di calcetto. A Carlo va tutta la nostra gratitudine per il lavoro svolto ed il tempo dedicato ai nostri ragazzi per oltre un anno.

La squadra ora è stata affidata ad un’equipe di quattro persone. Il primo incontro con loro e l’Associazione è stato positivo perchè sembra che abbiano le idee chiare e le competenze per realizzarle. Sembra che anche gran parte dei giocatori siano disponibili a collaborare e a cercare quel gioco specifico che mancava. Si sono messi subito al lavoro e speriamo che le condizioni generali migliorino sia dal punto di vista tecnico, sia da quello organizzativo.

I risultati non saranno immediati, bisognerà concedere anche a loro un periodo di lavoro finalizzato al raggiungimento degli obiettivi che attendiamo da tempo. Condizione necessaria è che vi sia la massima disponibilità da parte di tutti i giocatori: bergamaschi e provenienti da altre province.

L’auspicio è che la squadra rimanga compatta e che attraverso il gioco si creino le condizioni per divertirsi, per stare volentieri insieme e, perchè no, per cercare la possibilità di inserirsi nelle prime 3 o 4 formazioni a livello nazionale. Sicuramente, il fatto di non aver giocato in casa contro il Treviso, la compagine alla nostra portata, limita sensibilmente l’abbandono dell’ultimo posto in classifica: recuperare lo 0 a 6 inflittoci dal giudice sportivo, sarà molto difficile. Inutile recriminare, non ci sono colpe, si è trattato di una interpretazione errata della richiesta avanzata per l’utilizzo della palestra.

Sia chiaro, se sapremo ritrovare le giuste motivazioni e l’entusiasmo che deve accompagnare una squadra, allora si potrà pensare ad un risultato importante nei prossimi anni.

Un nostro giocatore, comunque, ha già vestito la maglia della nazionale FISPIC, categoria B2/3, in occasione dei recenti europei disputatisi a Tblisi in Georgia, ottenendo un quarto posto senza troppa lode. Il tecnico Andrea Congiu ha convocato Adugna Natali, avendolo visto giocare contro il Cagliari nella prima giornata di campionato.

Cresciamo ora e cerchiamo di inserire anche alcuni giovanissimi per allargare la rosa dei giocatori e per fornire ad un numero sempre maggiore di Soci, l’opportunità di praticare una disciplina sportiva individuale o a squadra che soddisfi.

Alessandro Belotti